Superare il dolore quando si viene lasciati

 

Superare il dolore quando si viene lasciati È una delle esperienze più dolorose ed a volte è così profonda che viene paragonata al lutto.

 

1- La prima fase di questa brutta esperienza è la negazione:

Quando veniamo Abbandonati, subiamo la fine della relazione, neghiamo la realtà, perché è così dolorosa che non possiamo assolutamente comprenderla.

 

2 – Subito dopo la negazione c’è il patteggiamento cerchiamo in qualche modo di scendere a patti con il nostro ex partner,

Quindi cerchiamo di ricontattarlo, di riallacciare i rapporti,
Cerchiamo di fargli cambiare idea magari dicendo:
“ Guarda che se ritorni facciamo tutto quello che non abbiamo mai fatto,
se torni non farò più quella determinata cosa,
Prometto di essere pesante, Non ti starò più troppo addosso, ti lascerò più libero e non parlerò più male di tua madre…”

Ma se vediamo che l’altro non ne vuole sapere più niente di noi,
ovviamente ci incazziamo, ci arrabbiamo ed è una cosa assolutamente normale, ma non gioca a nostro favore, perchè potremmo risultare patetiche e farlo allontanare ancora di più…
E non ci aiuta di certo a Superare il dolore quando si viene lasciati,

Bisogna capire che l’amore è giunto alla fine…

Superare-il-dolore-quando-si-viene-lasciati

3 – La terza fase è quella di elaborazione

La vita ti ha tradito, la terza fase é l’elaborazione del lutto.
Per venire fuori da un lutto quali sono le cose da fare?

La terza fase è la depressione, ovvero quando ti senti un maledetto senso di vuoto…
Quando senti questo senso di tristezza, ti rendi conto di essere impotente,
ti rendi conto di essere priva di ogni risorsa, inerme e non riesci più a combattere.

Quindi è come se tu deponi le armi e questa sembra la parte più brutta, ma è quella più importante, perché è quella fase prima dell’alba…
È la fase che precede l’accettazione del lutto.
Quindi lasciati andare…
È fondamentale!

Uno dei modi per Superare il dolore quando si viene lasciati, è sicuramente abbracciarlo…
Abbracciare il dolore fino in fondo, immergersi proprio come una bustina da thè,
Immagina che tu sia una bustina da thè e il dolore è questa tazza bollente di acqua.

Per poter superare quel dolore nella maniera più veloce possibile,
nulla è più efficace di immergersi totalmente in questa acqua bollente,
quindi per Superare il dolore quando si viene lasciati, ci devi passare in mezzo, solo passandoci in mezzo ne vieni fuori, quindi attenzione alle distrazioni, al voler fare chiodo scaccia chiodo..

Quelle sono cose che non servono, ma continuano a mantenere e far aumentere il dolore,
quindi fondamentale appunto immergersi,
poi una cosa molto importante, quando ci si lascia con l’uomo che amiamo,
in questo modo abbiamo superato il processo e abbiamo superato le fasi del dolore…

Accettare che l’altro è andato via è l’unico modo per guarire è l’unico modo per riprendere in mano la nostra vita. Anche perché, ricordati che non puoi costringere nessuno ad amarti, non puoi costringere nessuno a stare con te
e quando tu hai finalmente accettato il dolore,
finalmente per modo di dire, perché comunque ci vuole tempo, ma è un pezzo importante, perché in questo tempo vengono fuori le migliori risorse di te…
Quelle che non conoscevi più, perché proprio nel momento di maggior dolore,
è proprio in quel momento…

Quando sembra che tutto sia finito, sembra che non c’è più un senso e non c’è più voglia di vivere…
È lì che vengono fuori le tue migliori risorse, ti rendi conto di quanto tu sia forte, perché quando tocchi il fondo…
E sicuramente almeno una volta nella vita lo hai toccato anche tu, e sai bene quindi a che cosa mi sto riferendo…
Quando tocchi il fondo, l’unica cosa che puoi fare è risalire…

Quindi toccare il fondo è qualcosa di positivo, un po’ come l’Araba Fenice che risorge dalle sue ceneri

Voglio darti il giusto senso: quando siamo soli, abbiamo una vita da riordinare, da equipaggiare, dobbiamo riordinare l’esercito che è stanco, quindi approfitta di quel tempo di quel periodo per fare le cose che magari in coppia non facevi più,
perché comunque stando in coppia ci sono delle cose che magari hai smesso di fare.

Un’altra cosa molto importante è che noi abbiamo fondamentalmente paura del cambiamento,
approfitta anche di attivare quelle risorse,
quindi dedicati a qualcosa che non hai mai fatto prima, qualcosa che hai sempre voluto fare, un desiderio nel cassetto…
Quindi, quando ti trovi con quel forte dolore, quando ti trovi a stare male,
bhè quello è il momento di metterti in discussione!

Puoi iniziare a lavorare su te stessa ricordandoti che non devi mai contare su un uomo che ti rendeva felice,
la felicità sei tu e devi crearla, mantenerla e ricordarti che non devi mai farla dipendere dall’altro…
Parti da questo pensiero perchè un ottimo modo per iniziare a lavorare su se stessi.

Ricordati come diceva Oscar Wilde: “Amare se stessi è l’inizio di una storia d’amore lunga tutta la vita.” quindi inizia ad amarti,

innamorati di te